TomTom #GETGOING

TomTom #GETGOING
La destinazione non conta, l'importante è fare il primo passo.

PROSSIMA CORSA

PROSSIMA CORSA
19/11/2016 Podisti da Marte

31 dicembre 2009

I buoni propositi per l'anno nuovo

Eccomi qui, seduto sul divano di casa coi Green Day in sottofondo e il mio principino che dorme pacifico nella sdraietta dopo aver maltrattato più volte la sua inseparabile giraffa e il caro amico elefante... :-)
31 dicembre, tempo di bilanci e di buoni propositi e anche io ho iniziato a pianificare il mio 2010 di corsa, cercando di guardare alle corse che mi piacerebbe fare ma pensando soprattutto a cosa mi posso permettere.
Come ho scritto in precedenza, il 2010 sarà un “anno sabbatico” dalla maratona; gli allenamenti che la distanza pretende sono di fatto incompatibili con i miei ritmi di lavoro e, soprattutto, di famiglia. Ho deciso quindi di puntare sulle mezze e sulle gare più corte, che comportano allenamenti più brevi seppur intensi. Ma ciò che mi preme è tornare a correre per divertirmi, riscoprire insomma l’amore per la corsa. Ormai gli allenamenti e la tabella erano diventati un lavoro, qualcosa da cercare in tutti i modi di inserire nell’agenda quotidiana e saltare una sola uscita mi faceva stare male.
Certo degli obiettivi me li sono posti, perché comunque un traguardo lo si deve avere per poter tracciare la direzione da prendere, ma senza assilli e affanni. Se ce la farò sarò felice, altrimenti sarò un po’ incazzato ma contento lo stesso.
La prima gara del 2010 sarà la Staffetta della Befana
al Montestella con tutto il gruppo dei Road. Non farò la Giulietta e Romeo Half Marathon di fine febbraio a Verona, perché logisticamente mi avrebbe imposto o una levataccia oppure un pernotto. Il primo banco di prova ufficiale coi 21K sarà dunque a marzo alla Lago Maggiore Half Marathon, quest’anno con percorso da Verbania a Stresa. Marzo sarà pieno di impegni, con le tappe del circuito Corrimilano, il battesimo di Federico e una corsa per me assolutamente unica e particolare: la Stramilano. Da sempre per i milanesi la Stramilano “dei 50.000” è la corsa di famiglia per eccellenza. Io fin da piccolo la correvo con mio papà ed era ogni volta una festa che aspettavo con ansia. Nel 2010 non correrò la mezza competitiva (anche perché correrò la Milano Half-Marathon un paio di settimane dopo e la LMHM due settimane prima) per correre, invece, la Stramilanina (5K) spingendo il passeggino con Federico. Mia moglie è già terrorizzata adesso. A marzo Federico avrà 7 mesi e, di certo, non si renderà molto conto di quanto gli succederà intorno. Spero solo che si diverta tanto e che anche in lui, magari, inizi germogliare un po’ di amore per lo sport. Certo gli inizi sono buoni, visto che il 6 dicembre con la sua prima uscita ha portato a casa un coppa più grande di lui.Tornando al mio calendario, la primavera sarà caratterizzata dalla mezza a Milano e dalla Cortina-Dobbiaco poi in autunno Londra e Monza o Torino. Inoltre vorrei riuscire a fare tutte le tappe del circuito Corrimilano e le solite DJ Ten, Human Race e Media Running Challenge, oltre ad una buona serie di non competitive.
Ooops, dimenticavo!!!
BUON ANNO A TUTTI E BUONE CORSE

29 dicembre 2009

Grazie

Mi sento in dovere di dover dire un grazie sentito a chi quest’anno, per un motivo o per l’altro, ha influito notevolmente sul mio 2009. ovviamente chiedo scusa in anticipo a chi dovesse sentirsi “offeso” per non essere in elenco (neanche contasse davvero qualcosa se non per me personalmente), le persone da ringraziare sono tante e a vario titolo, ho dovuto assolutamente fare una scelta.
L’altra nota è che l’elenco è in assoluto e rigorosissimo ordine sparso. Non è un ordine di merito o d’importanza.

* GRAZIE a Paola, mia moglie, che mi regala ogni giorno un raggio di sole che mi scalda il cuore;
* GRAZIE a Federico, mio figlio, che ogni giorno mi fa perdere nei suoi sorrisi e nei suoi tentativi di parlare e mi dà la forza di andare avanti nonostante tutto e tutti;
* GRAZIE a mamma, papà e suoceri perché senza il loro supporto proprio non saprei come avrei fatto;
* GRAZIE agli Amici (Serena, Ale, Roberto, Matteo in rigoroso ordine sparso) perché sapere di poter contare su di loro sempre e comunque mi dà una carica incredibile;
* GRAZIE a Fabrizio Cosi per avermi donato gioia ad ogni uscita marziana e per avermi aiutato in un momento difficile;
* GRAZIE a Fulvio Massini per avermi insegnato a stare bene correndo e per sopportarmi come allievo indisciplinato;
* GRAZIE a tutti i compagni del Road Runners Club Milano perché con loro ho scoperto un modo nuovo di correre e perché sono persone speciali e fantastiche;
* GRAZIE ai Blogtrotters, perché con loro ho scoperto un nuovo mondo e un nuovo punto di vista per la corsa;
* GRAZIE agli amici di Runners World perché mi hanno insegnato a correre per il gusto di farlo e non per combattere una battaglia col cronometro;
* GRAZIE a tutti i lettori, assidui e occasionali, del mio blog. Non sono tanti, ma per me tutti sono importantissimi.

In ultimo grazie a Dio perché nonostante tutto il 2009 è stato un anno particolarmente ricco, ho avuto la grazia immensa di diventare padre e di riuscire a barcamenarmi nonostante la crisi mi abbia davvero toccato da vicino. Il prossimo sarà un anno molto importante, mi auguro altrettanto ricco di gioie e soddisfazioni, ma soprattutto mi auguro che tutte le persone cui voglio particolarmente bene possano esaudire i loro sogni e desideri ed essere felici.

22 dicembre 2009

Vertical Sprint: raddoppia la sfida ai grattacieli di Regione Lombardia!

Dopo il successo delle prime tre edizioni, la Regione Lombardia ha deciso di sdoppiare la gara Vertical Sprint di Milano scegliendo di inaugurare il nuovo grattacielo con questa originale competizione. Domenica 24 gennaio 2010 gli atleti si sfideranno nella stessa giornata in due manche: la prima manche si svolgerà al Grattacielo Pirelli coi suoi 31 piani, 710 gradini e 127m. di dislivello; la seconda manche avrà luogo al nuovo grattacielo “Altra Sede” (il più alto in Italia) coi suoi 39 piani, 866 gradini e ben 142m. di altezza.

Così come accade con l'Empire State Building Run-Up a New York e in molte città del mondo, anche Regione Lombardia desidera in questo modo festeggiare e celebrare questi edifici che rappresentano l’energia, la creatività, la vitalità e l’entusiasmo di Milano e di tutta le Regione. L’evento è organizzato in collaborazione con l’International Skyrunning Federation
che coordina a livello internazionale gli atleti della specialità. Affrontare uno sprint di circa 100 metri non in modo consueto e “orizzontale”, ma compiendo tale dislivello in senso “verticale” salendo verso il cielo, rientra tra le occasioni dimostrative e di studio promosse dalla ISF.

Negli ultimi anni le originali gare di Vertical Running (la salita lungo i gradini dei grattacieli…) sono diventate sempre più numerose e avvincenti in molti paesi del mondo. Una nuova filosofia e specialità sportiva che ha attratto campioni e appassionati. Gli eventi più importanti danno vita al Vertical World Circuit, cioè il Campionato del Mondo 2010 che tocca nel corso dell’anno 9 città: Milano, che avrà l’onore della tappa inaugurale, poi New York City, Londra, Basilea, Berlino, Taipei (col grattacielo più alto del mondo, 101 piani...!), Sydney, Barcellona e tappa finale a Singapore.

Gli italiani anche in questa specialità si confermano tra i migliori al mondo di questa specialità che unisce talento individuale, tecnica, grinta e allenamento specifico. L’atleta bergamasca Daniela Vassalli ha vinto il titolo assoluto femminile 2009 precedendo la neozelandese Susanne Walsham e l’altra atleta azzurra Cristina Bonacina.
In campo maschile, Marco De Gasperi è stato superato nella classifica finale del Mondiale solo dal tedesco Thomas Dold (vincitore 4 volte della gara di New York).

Salire a piedi sul nuovo palazzo “Altra Sede” non sarà solo un'impresa da atleti: i cittadini
potranno raggiungere la vetta della Regione Lombardia prendendo parte all’iniziativa “Vertical Tour” a loro dedicata. Si tratta di una visita molto speciale e di un'emozione da conquistare letteralmente “passo dopo passo”, anzi gradino dopo gradino. Un’intensa scalata ai 39 piani per famiglie, ragazzi e bambini fino a raggiungere il punto di osservazione più spettacolare della città proprio nello storico giorno della prima apertura al pubblico di questo edificio.

Un paio di informazioni utili a chi volesse prendere parte all’evento.
Le iscrizioni alla gara devono essere sottoscritte entro il 14 gennaio e sono riservate agli iscritti alle Federazioni Sportive (cioè si deve essere in regola col certificato medico sportivo).
Il ritrovo e il ritiro dei pettorali di gara è fissato dalle ore 8.15 alle ore 9 all’ingresso del Grattacielo Pirelli (lato Piazza Duca d’Aosta).
Alle ore 9 si terrà una Riunione Tecnica, un sopralluogo, il riscaldamento e poi le prove libere. La partenza è prevista per le ore 10.
Nota: alla seconda manche saranno ammessi gli atleti con i migliori tempi realizzati nella prima manche: 30 uomini e 10 donne.
La classifica finale assoluta, valida per l’assegnazione dei punti del Campionato del Mondo "Vertical World Circuit 2010", sarà redatta con la somma dei tempi della prima e della seconda manche.Sarà inoltre stilata anche una classifica femminile e una maschile della prima manche ("Grattacielo Pirelli Award") con classifiche di categoria e premiati i primi 3 classificati assoluti e di ogni categoria della prima manche.
La medaglia ufficiale commemorativa sarà consegnata a tutti i partecipanti nel corso della premiazione alle ore 12.30.

Tutte le informazioni si possono richiedere telefonicamente allo 02.72093731 oppure le trovate direttamente sul sito ufficiale dove potete trovare anche il modulo d’iscrizione da compilare e mandare all’organizzazione via fax o email.Le adesioni per le salite a piedi a passo libero, potranno essere effettuate solo nella giornata del 24 gennaio a partire dalle ore 12.

19 dicembre 2009

A merry Nike Christmas

Milano - parco Sempione - ore 10.15 erano le coordinate per una corsa di gruppo organizzata da Nike. Complice la nevicata della notte e il freddo pungente della mattina, dei 35 "iscritti" se ne sono presentati 2 (!) Andrea Noire e io. Manco a dirlo 2 Road, ovviamente.
Peccato per tutte le defezioni, ma ci sarà occasione per rifarsi, probabilmente il prossimo 9 gennaio. State sintonizzati e vi aggiornerò!

Non solo training ma anche presentazione di novità. Per stimolare ancora di più chi, come il sottoscritto, è un po’ pigro Nike ha da poco presentato la collezione di abbigliamento invernale e una novità. Quanto meno potete prenderla come scusa per correre dal più vicino rivenditore Nike per toccare con mano i prodotti e, magari, fare qualche regalo per natale. Vediamo in dettagli i prodotti più importanti presentati dalla casa dell’Oregon.
Partiamo subito dalla novità e vediamo poi in dettaglio le proposte per l’abbigliamento.

NIKE - (PRODUCT) RED™
Volete un regalo diverso dal solito per l’amico podista, che sia anche solidale e, perché no, economico? Bene, allora Nike ha pronta per voi un’idea non originalissima, ma diversa dal solito.
Alcuni tra i migliori calciatori al mondo si sono uniti a Bono Vox degli U2 per annunciare la partnership tra Nike e (RED)™ che aiuterà a combattere l’AIDS in Africa grazie ai fondi raccolti e destinati a programmi di istruzione e assistenza medica per le popolazioni più bisognose.
Lo slogan creato per l’occasione è “Lace Up. Save Lives” cioè “Allacciati le scarpe, salva delle vite” il prodotto scelto per questa campagna natalizia è un paio di stringe NIKE - (PRODUCT) RED™ in confezione speciale.
Tutto il ricavato dalla vendita di questo prodotto sarà devoluto al Fondo Globale per la lotta all’AIDS, Tubercolosi e Malaria e destinato ad alcune attività legate al calcio che promuovono l’istruzione e la prevenzione dell’AIDS.
I lacci sono già disponibili in tutti gli store Nike, presso alcuni rivenditori autorizzati e anche online al prezzo di 4 Euro. Nei prossimi mesi, inoltre, Nike presenterà alcuni nuovi prodotti tutti marchiati PRODUCT (RED)™.
L’iniziativa non è nuova come concetto, già 4/5 anni fa il gruppo ING (sponsor, tra l’altro di numerose maratone soprattutto negli USA) aveva ideato una campagna simile con l’accento Orange introducendo i lacci arancioni per raccogliere fondi per la propria organizzazione di beneficienza; progetto che tuttora prosegue e di cui potete trovare aggiornamenti sul sito oreangelaces.com
Chi è (RED)™?
L’obiettivo principale di (RED) è di coinvolgere il settore privato ad una maggiore consapevolezza verso la raccolta fondi a favore del Fondo Globale per combattere l’AIDS in Africa. Le organizzazioni I cui prodotti vengono realizzati col marchio (PRODUCT)RED contribuiscono con una significativa percentuale delle vendite o parte dei profitti al finanziamento del Fondo Globale per lo sviluppo di programmi di aiuto con particolare attenzione verso donne e bambini.
Alcuni dei partner più importanti attualmente sono American Express, Apple, Bugaboo, Converse, Gap, Emporio Armani, Hallmark, Dell, Nike and Starbucks.
Nata nella primavera del 2006, (RED)™ ha già raccolto 140 milioni di dollari. Potete trovare tutti i dettagli sul sito ufficiale dell’organizzazione.


DISTANCE NIKE STORM-FIT JACKET
Si tratta di una giacca invernale impermeabile e antivento, sebbene traspirante grazie al mesh in Dri-FIT e alle ampie aperture sulla schiena.
Il colletto può essere sollevato per ulteriore riscaldamento se necessario; la zip centrale, a tutta lunghezza, permette di regolazione la ventilazione e di adeguarsi alle mutevoli condizioni climatiche. Non poteva mancare una tasca interna dedicata al trasporto del proprio MP3 preferito, con tanto di clip sulla zip per assicurare gli auricolari. Sul davanti sono presenti altre due tasche con cerniera per portare con se tutto il necessario.
Gli inserti in materiale riflettente aiutano la visibilità durante le ore più buie. Le maniche hanno il fondo regolabile per un comfort ottimale. La giacca è disponibile sia per donna che per uomo.

COLD WEATHER WINDLESS TIGHT
Questi pantaloni intermedi uniscono impermeabilità e resistenza al vento con la dissipazione del sudore e la ventilazione. Il tessuto laminato sulla parte frontale garantisce protezione dagli agenti atmosferici, mentre la parte posteriore, realizzata in Dri-FIT con le sue proprietà termiche, garantisce la copertura degli aspetti di traspirazione.
La zona intorno al ginocchio è particolarmente curata, garantendo un movimento naturale per maggiore comfort durante la corsa. Non potevano mancare, per la sicurezza, inserti riflettenti per la visibilità in condizioni di scarsa illuminazione.

DISTANCE WINDLESS HALF-ZIP
Passiamo ad una maglia con mezza zip, che sfrutta la tecnologia Nike Spere. Nike Spere adotta una struttura 3D che crea “un’atmosfera personale intorno a te” come dice Nike; l’intercapedine d’aria che si crea amplifica la capacità del corpo di autoregolarsi per caldo e freddo.
Le maniche presentano la parte frontale impermeabile e antivento e la parte posteriore con la tecnologia Nike Sphere Dry per la traspirazione. La mezza zip permette un’ulteriore regolazione della ventilazione e del comfort.
Sul retro del colletto c’è un passante per gli auricolari così che non interferiscano coi movimenti durante la corsa. Le cuciture piatte seguono il naturale disegno del corpo, permettendo fluidità di movimento e un comfort molto elevato. Sono presenti due tasche anteriori con chiusura zip e inserti riflettenti per la visibilità.
Anche in questo caso, esistono sia la versione maschile sia quella femminile.

DISTANCE FIVE-INCH WOVEN TECHNICAL SHORT
Si tratta di un pantalone tecnico, molto confortevole e che non limita i movimenti; la fascia elastica in vita, con coulisse, permette di aggiustare la vestibilità. Sul retro sono presenti due tasche: una specifica per il trasporto del lettore MP3, l'altra per piccoli oggetti e dotata di cerniera. Sempre sul retro è inserito un pannello microforato al laser per migliorare la traspirabilità.

WOMEN'S ZONE THERMAL BRUSHED TIGHT
Pantalone tecnico per il pubblico femminile, che sfrutta appieno la tecnologia Dri-FIT. Nella parte posteriore un inserto particolarmente vellutato garantisce un comfort e una sensazione di “leggerezza” al tattoo che aiuta anche a tenere le signore al caldo pur lasciando traspirare la pelle. Gli inserti in Spandex aggiungono elasticità e permettono un ampio raggio di movimento.
La zona intorno al ginocchio è stata disegnata per garantire movimenti fluidi e confortevoli permettendo di correre in tutta sicurezza e a proprio agio.Anche in questo capo, inserti riflettenti e doppia tasca posteriore per lettore MP3 e piccolo oggetti; le cuciture sono tutte piatte e aiutano a ridurre al minimo le possibilità si irritazioni.

11 dicembre 2009

Nasce il Gruppo Fidal Verde Pisello Group

Fiocco verde in casa FIDAL e per tutti i Trop Runner: l’amico Paolo, il Trop Runner originale da cui si è originata la specie (vedi foto a lato), è riuscito finalmente a dare corpo e sostanza ad un progetto che da tanto tempo ronzava dalle parti di Via Lodovico il Moro: il prossimo 1 gennaio 2010 nascerà ufficialmente il Gruppo Fidal “Verde Pisello Group Milano”, l'edizione burocraticamente corretta (ma sempre cronometricamente scorretta) di quello spirito che già da tanto tempo hanno ribattezzato VP Team.
Aiutandomi nella scrittura del post dal sito del neonato gruppo sportivo eccovi alcune informazioni base.
È un Gruppo Podistico Fidal a tutti gli effetti, aperto a tutti i podisti (non solo milanesi) dai 18 anni in su che vogliono condividere la propria passione per la corsa. Per poter entrare ufficialmente nella casa dei Trop Runner avete tre possibilità:

1) NON SIETE TESSERATI CON NESSUN GRUPPO
Per entrare nel VP Team dovete semplicemente passare in negozio e ritirare il modulo per la visita medico agonistica (obbligatoria come per tutti gli altri gruppi). Una volta effettuata la visita medico, dovete portare in negozio il certificato di idoneità e completare l'iscrizione rilasciando i vostri dati e una foto tessera.

2) NON SIETE TESSERATI MA AVETE IL CERTIFICATO MEDICO AGONISTICO
Ovvero: avete gareggiato fin qui come “liberi” pagando ad ogni iscrizione 5 Euro in più per il cartellino giornaliero.
Dovete portare il certificato in corso di validità e completate l'iscrizione al gruppo; una volta scaduto il certificato (annuale), la vista medico agonistica andrà ovviamente ripetuta.

3) SIETE GIA' TESSERATI PRESSO UN ALTRO GRUPPO FIDAL
Per passare dal vostro gruppo al VP Team dovrete semplicemente:
* non rinnovare assolutamente la tessera con l'attuale gruppo di appartenenza;
* passare in negozio con certificato medico in corso di validità;
* iscrivervi al VP Team. Attenzione: il tesseramento (per ragioni burocratiche legate al trasferimento) sarà regolarmente attivo dal 1 febbraio 2010.

QUOTA DI ISCRIZIONE
La quota di iscrizione per il 2010 sarà di 55 Euro comprensiva di:
* Quota di tesseramento Fidal;
* Canotta tecnica differenziata uomo-donna con l'esclusivo e splendido logo VPGROUP (by MkM design);
* Iscrizione all'esclusiva mailing list VPGroup "Run with Trops";
* Partecipare alla tante trasferte gastro-podistiche targate VP Group;
* Tante altre sorprese e tanti altri benefit che stiamo preparando per Voi...!

Ricordiamo che la Tessera Fidal ha validità 1 anno: dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2010.

Paolo è a vostra completa disposizione per domande, dubbi ed ulteriori informazioni:
email
vpverdepisello@yahoo.it
negozio: 02.89155610 (dalle 12 in poi)







Ricordate: “RUN WITH TROPS”

10 dicembre 2009

Podisti da Marte 10ma missione

Una volta al mese, tutti insieme a ritmo libero lungo un percorso di 10 km nel centro di Milano; partenza e arrivo alla fontana di Piazza Castello.
La decima missione è in programma per giovedì 17 dicembre alle 19.00; correremo per DUE buone cause: le Onlus “ZANZIBAR NEL PALLONE
e “L'ABBRACCIO.
Mi raccomando: TUTTI con il berretto ROSSO di Babbo Natale! Cominciate a metterlo da parte insieme a scarpe e maglietta!!!
Stiamo anche organizzando una raccolta di abbigliamento sportivo usato per ZANZIBAR (magliette, scarpe, pantaloncini). Raccoglieremo tutto prima della partenza, a breve maggiori dettagli sul sito.
Attenzione amici bolognesi, importante annuncio per voi: i marziani si preparano ad invadere Bologna!!
L'atterraggio è previsto per saato 19 dicembre alle 9.15 ai Giardini Margherita (Piazza Jacchia). I "tortellini" da CorsivoMarte hanno deciso di promuovere nella loro prima uscita la ONLUS “OrphanAid Africa”.

6 dicembre 2009

La prima volta di Federico

Oggi ottava edizione della Christmas Family Run, corsa organizzata dal Road Runners Club Milano all’Idroscalo. Quest’anno dedicata, mi auguro davvero d’ora in poi sarà sempre così, a Claudia Landolfi.
Debutto nel mondo del running per Federico, per l’occasione vestito con tutona anti freddo e canotta Road. Buon sangue non mente ed ecco che il frugoletto ha già battuto il papà al debutto, vincendo a mani basse una coppa più grande di lui. Un ottimo viatico in vista della prossima 5K milanese, la “Stramilanina” del prossimo marzo sul tracciato piatto e scorrevole del centro di Milano. Altra coppa in arrivo?!?
Il cielo plumbeo di Milano ha fatto da cornice alla corsa, un giro secco intorno al “mare dei milanesi” per famiglie. Famiglie talvolta allargate nel senso che bastava formare gruppi di 3 partecipanti e i single… bah per loro si trovavano 2 compagni di corsa :-)


Un’altra splendida giornata, con tutto il club impegnato nell’organizzazione: Ettore alle iscrizioni (forse per tenerlo lontano dal ristoro), Attilio al microfono, il dinamico duo Brillo-Valli al ristoro coadiuvato dalle Lady Road. Tutti però attorno ai bambini, i veri protagonisti di questa bellissima manifestazione; anche oggi erano tanti e con una voglia di correre che metà bastava.
Tutto il ricavato è stato devoluto all’Associazione Children in Crisis per l’adozione a distanza di un bambino dell’Ecuador.Domenica prossima ultimi botti in attesa della tapasciata del 27: Cross di Natale al Bosco in città la mattina e poi pomeriggio con scambio di auguri in sede.


4 dicembre 2009

8a CHRISTMAS FAMILY RUN CON CLAUDIA NEL CUORE

Torna puntuale come ogni anno a Sant Ambrogio la Christmas Family Run.
"A Natale siamo tutti migliori" con questo motto, anche quest'anno, il Road Runners Club Milano ha organizzato la corsa aperta a tutti che si corre in famiglia: la Christmas Family Run con Claudia nel Cuore, per ricordare la nostra amica Claudia Landolfi. Iscrizione sul posto ad offerta: l'intero ricavato sarà devoluto all'associazione Children in Crisis.
Ma cos'è la Xmas Family Run?E' una corsa il cui scopo è quello di avvicinare alla corsa chi abitualmente non corre. E' una corsa il cui scopo è quello di vivere serenamente in famiglia la passione per la corsa. E' una corsa il cui scopo è quello di raccogliere fondi per l'associazione Children in Crisis che aiuta a studiare alcuni bimbi dei paesi più poveri del mondo.
Il percorso si snoda intorno all'Idroscalo per un totale di 6,2km. E' completamente chiuso al traffico, ed è segnato ogni 200 mt.
Le regole sono semplici: ci si iscrive a famiglie di almeno 3 persone in cui almeno uno dei familiari non è abituato a correre (un bimbo o una persona poco adusa alla corsa). Le "famiglie" si formano anche sul posto, non sono necessari reali vincoli di parentela, l'importante è la presenza di almeno una persona lenta. Eventuali single... saranno prontamente adottati!!!
Si parte tutti insieme e si corre al passo del più lento della famiglia. Si alternano passo e corsa, molte famiglie hanno con loro un cane o un bimbo in pattini o sulla bicicletta. La gara è sempre serratissima, con molti atleti a lottare per le prime posizioni. E alla fine chi vince è il senso sportivo e la gioia di una bella domenica diversa dalle altre.
Le prime tre edizioni sono state tutte baciate da giornate meravigliose. E quest'anno? Per scoprirlo dovete esserci...!
Appuntamento all'Idroscalo, nei pressi delle Tribune, domenica 6 dicembre a partire dalle ore 9:00 col seguente programma:
1) 8a "La Grande Sfida", competitiva sulla distanza di 6,2 km per i più allenati.
ore 9:00 ritrovo e iscrizioni area tribune Idroscalo presso il gazeebo Road Runners Club Milano
ore 9:30 termine iscrizioni e partenza de "La grande sfida".
2) 8a Xmas Family Run con Claudia nel Cuore
ore 9:30 ritrovo e iscrizioni area tribune Idroscalo presso il gazeebo Road Runners Club Milano
ore 10:45 termine iscrizioni e partenza dell’Xmas Family Run subito dopo l'arrivo dell'ultimo concorrente de "La Grande Sfida".
3) ore 11:45 premiazioni con coppe i primi tre maschi e le prime tre femmine de “La grande sfida", saranno premiate "la famiglia più anziana", "la famiglia più giovane" e "la famiglia più numerosa" dell’Xmas Family Run. Altre informazioni:medaglia ricordo a tutti i partecipanti e un pacco gara per famiglia, ricco spuntino finale offerto dal Road Runners Club Milano (sempre che il Compa non sia passato prima di voi).

30 novembre 2009

Dopo la Maratona

Pubblico oggi un articolo di Fulvio Massini, che ringrazio sempre per sopportarmi, su come comportarsi dopo un maratona. Un articolo molto utile, spero, che aggiunge un pizzico di nostalgia in più per non aver potuto correre a Firenze.
Prima di tutto grazie di essere venuto a correre la 26 esima edizione della Firenze Marathon. Qualunque sia stato il tuo risultato sò che durante la preparazione o durante la gara in qualche momento hai pensato “ma chi me lo fa fare”. Con ogni probabilità, ora che hai portato a termie la Firenze Marathon non importa se con successo o meno, stai già pensando a dove andare correre la prossima. Lo scopo di questo mio articolo è quello di aiutarti ad ottimizzare il tempo immediatamente successivo all’arrivo della, Firenze Marathon in modo da poter cominciare nel a nel più breve tempo possibile a prepararti per la prossima manifestazione podistica sia o no sulla maratona senza che il tuo fisico si affatichi troppo e ti possa divertire.
Proprio quando a Firenze veniva disputata la prima edizione delle Firenze Marathon, nel 1984, l’autorevole rivista The Physician and sport medicine pubblicava un articolo di F.C. Hagerman; R.S. Hikida, R.s. Scharon, W.M. Scherman, D.L. Costill dal titolo “ Muscle Demage in marathon runners” Gli autori studiando un gruppo di maratoneti sottoponendoli ad esame istologico previa biopsia evidenziarono il fenomeno della “Rabdomiolisi”, in pratica dimostrano che il dolore muscolare che si evidenzia dopo la gare o gli allenamenti lunghi non ha niente a che vedere con l’accumulo di acido lattico, ma dalla degenerazione delle fibre muscolari. Gli autori videro anche le degenerazione delle fibre non era irreversibile ma le fibre tendono a rigenerarsi. Quanto scritto da questi autori fra i quali emerge il nome di D.L. Costill, uno dei più grandi fisiologi sportivi di tutti i tempi, è confermato anche da studi più recenti. Jim e Phill Warton grandi fisioterapisti di New york affermano che per recuperare il danno muscolare prodotto da una maratona sono necessari 26 giorni In ormai 33 anni di pratica di allenamento di podisti non posso che confermare quando emerge dagli studi scientifici e quanto dicono gli amici Jim e Phill. I giorni immediatamente successivi alla gara sui 42,195 ti sentirai carico di energia di endorfine, si sentirai invincibili, pronti a ripresentarsi di nuovo al traguardo.
Calmati, I consigli che sto per darti ti serviranno a ridurre i tempi di recupero che la maratona e la preparazione per correrla ti hanno causato, potai così riessere in forma in minor tempo:
1) Subito dopo la gara. Bevi una soluzione con acqua, zucchero ad alto indice glicemico, aminoacidi a catena ramificata, glutammina e sali minerali;
2) Nelle successive 36- 48 ore mangia in modo moto simili alle 48 ore che hanno preceduto la gara ovvero pane integrale, pasta integrale verdura, frutta, pesce o carne bianca. Non sarebbe consentita, ma essendo a Firenze non posso negarti di mangiare una fiorentina;
3) Per tutta la settimana che segue la maratona, non correre, ma non stare nemmeno in poltrona, vai in bici senza fare salite, nuota, cammina, scia;
4) potrai ricominciare a correre la settima dopo la maratona; chiaramente inizierai da 8-10 km e ti manterrai su questa distanza per tutta la settimana;
5) Prima di fare una gara breve aspetta 4 settimane, pria di fare una mezza aspetta almeno 6 settimane, prima di fare un’altra maratona aspetta 16 settimane.
Ora goditi la soddisfazione di aver corso la maratona in questa piccola, ma grande città.
Copyright Fulvio Massini - all rights reserved

27 novembre 2009

Firenze? No, grazie...

Domenica prossima c'è la Maratona di Firenze, io col mio bel pettorale sarei dovuto essere ai nastri di partenza.
E invece nisba, ciccia, niet. Colpa di un virus intestinale che mi costringe ad una serie infinita di ripetute scrivania-wc che mi stanno massacrando, ma colpa anche del lavoro che mi costringerà ad un week-end dietro la scrivania anzichè dietro la carrozzina di mio figlio.
Pazienza, per quest'anno ci saranno ancora un paio di uscite (Christmas Family Run e In Gir Ala Cava) e poi, forse, una tapasciata il 27 dicembre.
Basta maratone fino al 2011, nel 2010 mi concentrerò sulle mezze e distanze più corte; gli allenamenti che la maratona comporta non sono compatibili con tutti gli impegni. Prossima mezza la Giulietta e Romeo HM (da confermare) il 21 febbraio 2010.

24 novembre 2009

MCM 2010 – Ecco il nuovo percorso!

Domenica scorsa si sarebbe dovuta correre la decima edizione della Milano City Marathon, che invece come sapete è spostata al prossimo 11 aprile.
Sabato l’amico Andrea Trabuio era tra noi marziani, in completo nero elegantissimo, domenica il fido
Linus era al Parco Nord per allenarsi ripensando a ciò che sarebbe stato e che sarà...
Eccovi in anteprima il nuovo percorso (l’ennesimo) della MCM, versione 2010. Partenza da Rho (Fiera di Milano) e arrivo davanti al Castello Sforzesco (cioè da dove lo scorso anno c’era la partenza).
Io correrò la mezza, spero solo che per allora i solisti del clacson siano in ferie, ma soprattutto che tutti si divertano tantissimo e corrano bene!
Ieri è stata presentata anche la nuova maglia, certo che sarebbe stato meglio avere la modella in primo piano e dietro Linus...

Ecco la nuova maglia tecnica (by Mizuno) della MCM 2010.

Finalmente abbiamo smesso di fare gli uomini sandwich :-)

23 novembre 2009

Il week-end

Dopo uno stop forzato di quasi un mese tra acciacchi e impegni di lavoro sono rientrato con una doppia uscita nel fine settimana.
La scapola ha retto bene, anche se domenica sera una bella bustina di antinfiammatorio non me l’ha tolta proprio nessuno...
Sabato mattina nona missione dei
Podisti da Marte, con l’ormai consueto giro per le vie del centro di Milano. Questa volta abbiamo bissato il sostegno per Intervita, ma con noi c’era anche un marziano particolare: Andrea Trabuio!!
Infatti la corsa di sabato era dedicata anche alla celebrazione della
Milano City Marathon che si sarebbe dovuta svolgere il 22 (spostata al prossimo 11 aprile). Ci siamo portati dietro uno striscione “Arrivo” spettacolare, con tanto di tappeto rosso a metà tra la passerella e il tappeto chip che abbiamo srotolato in diversi punti sotto gli occhi attoniti e divertiti dei milanesi e dei turisti.
Immancabile la foto col gruppo di giapponesi sotto il Duomo e arrivo con sprint in fondo a Via Dante; poi ultima “ripetuta” per un arrivo nel cortile del Castello Sforzesco sempre con striscione pronto.
Come sempre un grazie particolare a Fabrizio per l’impeccabile organizzazione (col sempre presente Paolo a dare un gran mano); aggiungo un personalissimo grazie ad
Antonio Capasso che ha fatto un servizio spettacolare con tanto di interviste e riprese ad hoc.

Domenica, invece, una non competitiva a Casarile (PV), la Stragelada giunta alla sua 25ma edizione. Nonostante il tempo mite rispetto al solito (da qui il nome della corsa), ieri Giove Pluvio ci ha messo lo zampino, aggiungendo un po’ d’acqua alla nebbia e alla temperatura fresca. La corsa si è praticamente svolta in un paesaggio degno di un film di vampiri, giusto per essere trendy al massimo.
3 percorsi disponibili e ottime segnalazioni (fortunatamente tutte a terra, con la nebbia non le avremmo viste); io ho fatto “solo” la 6K, perché la spalla era molto dolorante. Al termine gran pacco gara con 1Kg. di riso e 500 gr. di mortadella; ristoro dolce e salato abbondantissimo e con bevande calde e fresche. Complimenti a tutti!!
Questa settimana, una sola uscita probabilmente mercoledì sera per una serie di ripetute.

10 novembre 2009

Die Mauer


Berlino, novembre 1989
Allora ero uno studente delle superiori che frequentava uno stage di studio/lavoro per perfezionare il tedesco. Ricordo alcuni particolari che a me sembravano assurdi, tipo la metropolitana che non proseguiva oltre Alexander Platz perché oltre era Germani Est o passare accanto al Checkpoint Charlie dove ti sentivi comunque gli occhi di tutti addosso, perché volevano capire se eri una minaccia oppure un semplice turista.
Poi c’erano i passaggi sul pullman a due piani accanto al muro, lungo le strade dell’allora Germania Ovest; circolavi lungo viali ampi su cui si affacciavano palazzi se non “belli” diciamo almeno “signorili”, dall’altro lato vedevi viali in cui il grigio era padrone di tutto, asfalto, palazzi, persone... sembrava di essere in una di quelle periferie da case popolari e povertà e probabilmente era proprio così.
Ma il mondo stava, anzi era cambiato. Ro­nald Reagan il pre­sidente degli Stati Uniti aveva devastato l’economia dell’URSS. A Mosca era Presidente Mikhail Gorba­ciov, che sperava di poter riformare il regime comunista. Nel 1989 l’economia pianificata dell’URSS era ormai comple­tamente alla deriva. La gente iniziava a scappare e a ribellarsi e il regime, per la prima volta, non mosse un dito.
Ricordo che la famiglia presso la quale abitavo aveva riunito tutti davanti alla TV per un evento “importantissimo”. Scoprii poi che l’allora portavo­ce del Presidente avrebbe spiegato le novità circa i permessi di viaggio tra Ovest e Est. Loro avevano alcuni parenti a Berlino Est ed erano tutti trepidanti, come in attesa di una rivelazione...
Parlarono per oltre un’ora e ricordo che non capii molto, nonostante i tentativi di spiegazione del figlio, Lukas. Poi l’illuminazione: un giornalista chiese se tutto ciò non era molto più complicato anziché semplice e la risposta fu un fulmina ciel sereno: tutti potevano passare la frontiera senza condizioni anche da subito. Rimanemmo a fissare la TV a bocca aperta, credendo in una bufala.
Poi, a poco a poco, come un fiume in piena i Berlinesi si riversarono nelle strade; i Vopos (poliziotti dell’Est) guardavano con aria distratta. Come d’incanto comparvero picconi, scale, martelli e qualsiasi cosa potesse essere utile per abbattere o scavalcare il muro.
L’euforia aveva pervaso tutto e tutti, eravamo come ebbri e credo che quasi nessuno ragionasse. Il muro crollò colpo su colpo, ci furono abbracci e bevute fino a mattina.
Quel giorno il mondo cambiò davvero, tutto cambiò sul serio anche se non ce ne accorgemmo subito.
Io c’ero e ancora oggi, nel rivedere le immagini vent’anni dopo ho la pelle d’oca pensando a quanto accadde.

4 novembre 2009

Stramilano Training 2010

Per la prima volta Stramilano Training parte fin da novembre, nell’inedito tracciato di allenamento alla Montagnetta di San Siro. Da gennaio, invece, appuntamento nelle due sedi storiche dell’Idroscalo e del Parco delle Cave. Iscrizione gratuita tutte le domeniche prima dell’allenamento.

Punto d’incontro e di allenamento la Montagnetta di San Siro, dove sono in programma quattro incontri. Ritrovo alle ore 9.30 e inizio training alle 10. Queste le date:
* domenica 15 e domenica 29 novembre
* domenica 13 e domenica 20 dicembre

La prima uscita rappresenterà anche un incontro preliminare. Verranno infatti formati vari gruppi di allenamento in base al livello dei partecipanti, che inizieranno poi subito una prima seduta di training. Appuntamento perciò fin d’ora alla Montagnetta di San Siro, presso il Centro Sportivo XXV Aprile. Ingresso da via Cimabue 24 (MM1 - fermata QT8).
Successivamente il programma di allenamento si sposta al 2010 e sui due percorsi classici dell’Idroscalo e del Parco delle Cave:
* Parco delle Cave, Via Cancano (lato via Forze Armate)
* Idroscalo, Lato tribune nord-ovest

Dal 10 gennaio e fino al 21 marzo, sono in programma ben 11 appuntamenti in tutte le domeniche che precedono quella della Stramilano numero 39, il 28 marzo. È il percorso ideale per arrivare in perfetta in forma alle tre prove in cui, come di consueto, si suddivide la manifestazione: Stramilano Agonistica Internazionale, Stramilano dei 50.000 e Stramilanina.
Anche in questo caso, ritrovo alle ore 9.30 e inizio training alle 10. Ecco le date 2010 degli allenamenti:
* domenica 10, 17, 24 e 31 gennaio
* domenica 7, 14, 21 e 28 febbraio
* domenica 7,14 e 21 marzo

Per informazioni visitate il sito Stramilano, appena rinnovato nella grafica e nei contenuti. Entro breve sarà già possibile iscriversi on line alle gare.

30 ottobre 2009

I sette passi della corsa

Gli scaffali delle librerie sono pieni di manuali più o meno tecnici dedicati alla corsa. Credo che, ormai, più o meno ogni aspetto sia stato oggetto di almeno un volume e inizia ad essere difficile trovare il libro adatto a se stessi. Mia mamma ha notato per caso un libro nella sezione sport, l’ha sfogliato e ha deciso che poteva essere quello giusto “per il suo bambino”.

“I sette passi della corsa” è un libro che si distingue dai soliti manuali a partire dall’aspetto; sembra di avere tra le mani un diario, anzi a me inizialmente ha fatto ricordare le mitiche Moleskine®: copertina telata con tipi eleganti grigi e una semplicissima immagine di un uomo che corre.
La prefazione è di Pasquale di Molfetta, meglio noto come Linus (“Non cambierei la corsa con nessun altro sport al mondo. E il motivo è proprio nella soddisfazione che ci arriva dalle cose conquistate con fatica, costruite con metodo, costanza e sudore, mattoncino dopo mattoncino.”), segue un’introduzione dell’autore e quindi i nove capitoli (uno per ciascun passo, le conclusioni e qualche esercizio).
Ma di cosa tratta il libro? Niente a che vedere con tabelle, tecnica, alimentazione o stretching ma di allenamento mentale. In buona sostanza, secondo l’autore, si corre prima con la testa e poi col fisico.
Attraverso semplici quanto efficaci test e spiegazioni chiare e concise, con l’aggiunta di storie vere, l’autore permette al runner-lettore di attraversare i sette passi per raggiungere quegli obiettivi che fino ad ora sembravano irraggiungibili.

I sette passi sono:
1 - Fate il pieno di motivazione
2 - Scegliete la vostra avventura
3 - Sconfiggete la mente che corre
4 - Stimolate la mente che corre
5 - Desiderate la gara
6 - Correte più veloci del giudizio
7 - Avvantaggiatevi della crisi

Ci sono moltissimi spunti di riflessione nel libro e molti suggerimenti pratici per riuscire a correre anche mentalmente non solo in gara, ma anche in allenamento. Personalmente ho trovato il libro molto utile, i consigli sono pratici quanto basta per poter essere messi in pratica da chiunque anche da chi, come il sottoscritto, spesso pecca dal punto di vista mentale nell’approccio alla corsa.
Certo non sempre si riesce a trovare il giusto consiglio per sé stessi, nel mio caso, ad esempio, faccio fatica a visualizzare una sorgente di acqua fresca e per questo a sentirmi rinvigorito e a correre meglio. Ma basta sostituire l’immagine con una che produce lo stesso effetto e il gioco è fatto.
L’autore è Umberto Longoni, uno dei più noti psicologi sportivi italiani, specialista di Mental Training e ipnosi dello sport, consulente di atleti internazionali di diverse discipline. Collabora con varie riviste, tra cui "Runner's World" ed è autore di test, rubriche e articoli per molti periodici italiani.

In sintesi:
Titolo: I sette passi della corsa
Autore: Umberto Longoni
Editore: RizzoliPrezzo: 15 Euro

26 ottobre 2009

Nike+ Human Race 2009

Sabato 24 ottobre, Arena Civica di Milano, ore 11. Inizia a prende vita un evento particolare. Dal nulla spunta una marea di persone vestite di blu e arancio che in poco tempo allestiscono tutto il necessario perché si svolga una gara cui prenderanno parte, nel pomeriggio, oltre 700 persone. I volontari del Road Runners Club Milano hanno fatto di tutto: iscrizioni, sacche, ristoro, preparato la zona partenza/arrivo, montato il palco, presidiato i percorso e incitato tutti durante la gara.
È stata una fatica, ma abbiamo fatto un ottimo lavoro. Grazie a tutti!!

Nel pomeriggio tantissimi runner arrivano all’Arena; i soliti ritardatari cercano ancora di iscriversi alla corsa, gli altri si scaldano, sorridono felici ad un cielo azzurro e soleggiato e si preparano ad indossare la maglietta rossa simbolo della Nike+ Human Race 10K.


Alle 17.15 si parte, un giro intorno all’Arena e poi il lancio lungo le strade cittadine che costeggiano il Parco Sempione. Un tratto all’interno del parco, tra la gente un po’ stupita ma contenta e poi via ancora per un tratto “cittadino”. Due giri da circa 5K l’uno, uno per la non competitiva partita in coda alla 10K.

Per la cronaca, il podio femminile va a Elena Romagnolo in 34' 08" seguita da Rosita Rota Gelpi (41'55") e Raffaella Zumaglino (44'07"). In campo maschile, vittoria di Alessandro Claut con un tempo di 32' 44" seguito da Paolo Merzario (32'51") e Mario Scapini (33'39").

Tra le prestazioni di rilievo, va sottolineato il 38'16" di Fabrizio Cosi, sempre più marziano.

Ma sabato non contava il cronometro, contava la voglia di esserci e di aiutare chi sta peggio di noi, sperando di essere riusciti a regalare almeno un sorriso.
Nota: per la foto si ringrazia Antonio Capasso. Sempre presente, sempre simpatico, sempre a caccia di ciapett :-)

19 ottobre 2009

Doppio appuntamento questo fine settimana con la corsa. Sabato uscita mensile dei Podisti da Marte e domenica mattina Green Race 2009. due eventi completamente diversi tra loro che mi hanno comunque soddisfatto moltissimo.
Parto dalla fine, con la Green Race che quest’anno ho deciso di correre in alternativa alla non competitiva di Carate Brianza perché logisticamente più comoda. Una bella gara, con un percorso difficile, ricco di tratti sterrati e con diverse curve e controcurve. Gara che ha visto 419 classificati, molto supportata dagli sponsor istituzionali e non, che ha avuto il Parco delle Cave come splendido palcoscenico.

Un angolo di Milano che conoscevo poco e che mi ha davvero entusiasmato per quanto bene è stato tenuto e riqualificato.
Tra i partecipanti, oltre ad un gruppo di 24 Road, segnalo l’onnipresente Fabrizio Cosi che ha fermato le lancette del cronometro in un ottimo 40’49” stavolta ad occhi aperti :-) ma dove trovi forze e tempo di correre così tanto e così veloce?!?

Passo indietro per l’uscita marziana di sabato, “dedicata” al gruppo
Disabilincorsa. Un’esperienza unica, che non scorderò mai. Non immaginavo la corsa potesse darmi ancora tante e così grandi sensazioni positive. Correre senza poter vedere dove si sta andando, avvolti solo dai rumori circostanti e guidati dalla voce del compagno legato a te con la cordicella è una sensazione che assolutamente resterà impressa nei miei ricordi per moltissimo tempo.
Ancora una volta grazie a Fabrizio e ai marziani per avermi permesso di poter vivere una giornata incredibile.

Adesso sotto con i nuovi allenamenti, pargolo e ufficio permettendo. Sabato sarò al Parco Sempione (Arena Civica “Gianni Brera”) per l’edizione 2009 della Human Race di Nike, che a Milano sarà in concomitanza con le giornate dedicate alla fame nel mondo. Tutte le informazioni sono sul sito ufficiale della corsa
WARFF. Il Road Runners Club è il “partner tecnico” della manifestazione e saremo tutti impegnati dalla mattina fino al termine della gara. La gara partirà alle 17 per un doppio giro di 5K intorno al Parco Sempione. Vi aspettiamo numerosissimi!!!!!!!

16 ottobre 2009

Arrivano i New Balance Expert

New Balance lancia un progetto nuovo in Italia, un'iniziativa che consentirà a tutti gli sportivi e non di informarsi gratuitamente presso i negozi tecnici specializzati e rivenditori New Balance, palestre e circoli sportivi in merito alle novità del mercato calzaturiero sportivo. In particolare l'NBexpert approfondirà gli argomenti legati agli sport del running, basket, volley e tennis, e sarà in grado di consigliarvi la calzatura ideale per il vostro piede sulla base delle vostre abitudini sportive.
Approfittate dunque degli NBexpert: 6 ragazzi sportivi, dinamici, esperti del settore che gireranno l'Italia per essere al vostro servizio!
Migidio Bourifa, Campione Italiano di Maratona nel 2007 e 2009;
Augusto Binelli, giocatore di pallacanestro con oltre 100 presenze in Nazionale Italiana;
Fabrizio Galassini, tra gli amatori più forti in Italia;
Antonio Erotavo, ex azzurro di maratona;
Calogero "Geri" Interrante, corridore tra i più noti in Sicilia;
Max Monteforte, allenatore e preparatore atletico
Tenete dunque sempre d'occhio il calendario NBexpert in modo da poterne approfittare quando sarà nella vostra città!
I prossimi appuntamenti sono:
* 31 ottobre: COSMOS FITNESS CENTER, via Cittadini 6 - Faenza
* 4 novembre: SPORT PLANET, Via Anna Frank 27 - Forlì
* 6 novembre: Centro Socio Culturale Ple Aldo Moro - Zané (VI)
* 7 novembre: Puro Sport, Prà Bordoni a Zané (VI)
* 12 novembre: Darra Sport, Piazza Castello, Gambolò (PV)

13 ottobre 2009

Green Race 2009

Domenica 18 ottobre Amsa promuove il nuovo evento Ecorunning per atleti e famiglie.
Dopo il successo delle precedenti edizioni, domenica 18 ottobre il Parco delle Cave ospiterà Green Race 2009; questo bellissimo parco cittadino è stato ritenuto idoneo e funzionale per una prova del circuito nazionale che valorizza parchi e oasi ambientali.

“Chi vuol muovere il mondo, muova se stesso” è l'invito, di Socrate, quest’anno riportato sulla t-shirt regalata a tutti i partecipanti. Sempre maggiori e attuali sono le relazioni tra sport e ambiente. Chi ama il proprio benessere e la pratica sportiva ha sempre maggiore attenzione verso il rispetto ambientale, la natura e l''ecologia. Così come avviene nei più importanti e famosi parchi del mondo - Central Park a New York, Hyde Park a Londra, Olympic Park a Sidney - Milano ha anticipato queste tendenze in Italia proponendo un nuovo e originale evento Ecorunning, la disciplina internazionale che promuove la corsa, il running e il movimento con nuovi criteri sia agonistici che ricreativi.

Questa occasione di festa e divertimento ha in programma una prova di 10 Km riservata agli atleti e una originale corsa/camminata ecologica di 2 Km per famiglie, scuole, amici, ragazzi e bambini. I percorsi sono denominati street/country cioè tra stradine asfaltate, terra battuta e prati passando per scenografiche aree ambientali e boschi, costeggiando i 4 bellissimi laghetti che caratterizzano questa rinnovata area in zona Baggio/Forze Armate, nella parte ovest di Milano. Il ritrovo al Parco è fissato entro le ore 10 in via Cancano mentre la partenza con autorità, celebrità e intrattenimenti sarà alle ore 11.
È stato annunciato un particolare gemellaggio di Green Race con Central Park e la città di New York per far si che questa formula possa essere riproposta anche nel più famoso parco cittadino degli Stati Uniti. Inoltre, è allo studio un progetto che possa portare alla realizzazione di un evento Ecorunning Internazionale, domenica 18 ottobre 2015, quale chiusura dell''Esposizione Universale che avrà luogo da maggio a fine ottobre. Acqua, ambiente, educazione, movimento, parchi, ecologia e agricoltura sono tra i temi dell''Expo e anche tra i concetti cari a Green Race e ad Amsa. Oltre 100 nazioni saranno invitate a partecipare a questo evento sportivo tra il Parco delle Cave e il sito Expo di Rho Pero.

12 ottobre 2009

Pavia - Claudio 2-0

Non c’è feeling tra me, la corsa e la città di Pavia. Due gare, due ritiri; della serie “2-0 palla al centro”.
Dopo il ritiro alla Milano-Pavia dello scorso anno in preda a mal di stomaco tipo esorcista, quest’anno il problema è stato “meccanico”, cioè ho preso una storta come un novellino a mettendo male il piede destro per non pestare una spugna al 12mo Km. ci ho corso sopra per un po’, rallentando, ma il male era forte e, vista la relativa vicinanza con l’arrivo mi sono ritirato.
Peccato perché stavo correndo davvero bene, nonostante la quasi totale assenza di allenamenti dopo la DJ Ten. Tenevo una media molto buona rispetto alle previsioni e non ero per nulla stanco. Probabilmente, tenendo la media fino alla fine, sarei riuscito a stare intorno alle 2 ore (si, lo so che è un tempo da tapascione) probabilmente facendo anche il personale o quasi.
Un paio di note sulla gara: non male, anche se poco scorrevole date le continue curve e controcurve. Percorso abbastanza piatto, qualche passaggio un po' troppo stretto, rimpicciolito dalle auto in sosta ma ben presidiato. Ristori appena sufficienti, solo acqua e unpo' scarsa; forse i 3500 partenti di ieri (tra competitiva e non) hanno sorpreso un po' l'organizzazione e, a mio avviso, sono un po' troppi dato il percorso. Consiglio per il prossimo anno: fate partire la non competitiva dopo la competitiva e create le griglie.
Adesso sotto con i prossimi appuntamenti, sperando che in settimana la caviglia non mi faccia male. Domani sera proverò una sgambata per vedere come reagisce, oggi è praticamente del tutto sgonfia, ma c’è ancora un po’ di liquido.Questa settimana ho in previsione due uscite più un lungo; le due uscite saranno una serie di ripetute da 1K (8) e un fondo lento da 10K (che farò nell’uscita di sabato dei marziani). Domenica, gara 10K a Milano (Green Race) e poi nel pomeriggio 25K all’Idroscalo.

6 ottobre 2009

I Podisti da Marte CORRONO BENDATI con "DisabilinCorsa"

Vi sarà certamente capitato di correre di sera, al parco o per strada, con poca luce attorno, lungo un percorso fatto centinaia di volte, al chiarore della luna o di qualche lontano lampione, o magari con una lampada in testa durante la Monza-Resegone. Ora vi faccio un'altra domanda: avete mai provato a correre in un buio così pesto da non riuscire a vedere cosa c'è mezzo metro davanti a voi, senza nemmeno sapere dove state poggiando i piedi? penso proprio di no. Io non l'ho mai fatto, ma è quello che farò sabato 17 ottobre.
Andiamo con ordine e parliamo di Michele Pavan e dei suoi amici di "Disabilincorsa". Come si legge testualmente sul loro sito: "Corrono. Ma non da qui a lì: quando si allenano a dovere, portano a casa i 42 chilometri di una maratona. Oppure vanno in bicicletta: lungo fiumi, laghi, su per sentieri di montagna. E ancora: nuotano, sciano, si arrampicano su pareti di roccia. Eppure li chiamano "disabili". Michele Pavan, non vedente, ha trasformato il suo handicap in una scommessa. Da sempre appassionato di sport, ha messo in piedi un sito per favorire l'incontro tra i cosiddetti disabili e tutti coloro che praticano qualche attività sportiva. Obiettivo: creare una catena di solidarietà, ma anche e soprattutto di amicizia, per consentire a chi ha problemi fisici di correre, pedalare, fare trekking. Attraverso le pagine web di Disabilincorsa, ci si può proporre come accompagnatori per le diverse discipline sportive. Niente paura: non occorre nessuna preparazione specifica, ma solo un po' di attenzione e la voglia di condividere le proprie passioni. Per accompagnare a correre un non vedente, per esempio, basta una cordicella da legare al polso. Nel caso della bicicletta, si userà il tandem. E in montagna, afferrando una maniglia fissata allo zaino della guida, sarà facile capire com'è il percorso. "Disabilincorsa" è operativa non solo su Milano, ma in tutta Italia. Per essere guida sportiva e/o semplice accompagnatore di trekking o bici non occorre alcun patentino o esame. E' sufficiente proporsi tramite il sito, oppure telefonando al numero 347-3845121, o anche scrivendo all'indirizzo disaweb@gsmboy.it.
Michele è già un mito nel gruppo "marziano". Giuliana "Skyrunner" Serracchioli e tutti i Road Runners lo conoscono da tempo: tantissimi allenamenti insieme ed anche gare di prestigio (la Cortina-Dobbiaco e le maratone di Milano e Treviso, per esempio).
Gli abbiamoo proposto di correre insieme la prossima missione marziana e l'idea gli è piaciuta subito. Michele verrà con un altro illustre (lo metto tra virgolette) "disabile": Alberto Ceriani, IRONMAN FINISHER a KONA 2006 e, due settimane fa, BRONZO ai Mondiali Paratriathlon in Gold Coast (Australia). Avete letto bene cosa ha fatto? A loro si aggiungeranno sicuramente altri neo-marziani non vedenti. E veniamo al CORRERE BENDATI. Abbiamo pensato ad un esperimento per sensibilizzare tutti i marziani ai problemi degli sportivi non vedenti. Il programma è questo: chi vorrà farlo, percorrerà un chilometro con gli occhi bendati, in una zona assolutamente pedonale e senza ostacoli (Duomo - Corso Vittorio Emanuele - San Babila), attaccato con una cordicella ad un compagno di corsa (non bendato... ovviamente). Vivremo così, per 5 minuti, ciò che prova Michele quando corre: concentrazione assoluta sul proprio corpo, udito ed olfatto al 200 per cento per cogliere ogni segnale esterno, totale fiducia nel proprio accompagnatore. Alla fine di questa esperienza capiremo quanto è importante per "Disabilincorsa" avere nuove guide sportive e, sicuramente, noi marziani lo diventeremo tutti; in più, spargeremo la voce ovunque. Per onorare i propri ospiti, i Podisti da Marte non mancheranno di esibirsi nel loro classico repertorio: correremo nel centro di Milano, saluteremo tutti, strapperemo applausi e sorrisi, regaleremo fiori ai passanti. Michele & friends potranno ascoltare i nostri passi che rimbombano nell'Ottagono, correre sul ciottolato di Brera, entrare trionfalmente in Palazzo Reale, sentire gli "ooooohhh" di stupore dei turisti in Piazza del Duomo e magari tirare la volata finale in Via Dante.
Passiamo alle informazioni di tipo tecnico: chi vuole correre "al buio" si porti una benda per gli occhi. Va bene una bandana, il buff, un foulard, fate voi. E' vero che basterebbe tenere gli occhi chiusi, ma è importante che anche i passanti capiscano cosa stiamo facendo; per rafforzare il concetto, lo diremo in giro e lo scriveremo sui fiori marziani che regaleremo "strada correndo". Ci saranno le cordicelle, i pettorali "Podisti da Marte" ed i fiori con il messaggio a supporto di "Disabilincorsa" grazie all'infaticabile Fabrizio Cosi.
Se qualcuno pensa di venire, o addirittura ha già confermato la sua presenza all'evento "Facebook"... beh, NON BASTA. Ora che sapete per chi corriamo e cosa faremo, quindi dovete portare quanti più amici potete. Questa è una super-adunata marziana.
Riepilogando:
QUANDO: SABATO 17 Ottobre 2009
DOVE: Fontana di Piazza Castello (Milano - Pianeta Terra)
A CHE ORA: 9.15 ci si trova e alle 9.30 in punto si parte (chi c'è c'è)
VELOCITA': ritmo libero (6’ al km è la velocità massima dei pacer)
PARTECIPANTI: è per tutti, tapascioni, neofiti, top runner
PERCORSO: 10 Km circa, nel pieno centro di Milano
ISCRIZIONE: non serve, non esiste, non ci sarà mai COSTO: è GRATIS!!!

5 ottobre 2009

DJ Ten 2009

Una folla oceanica ieri in zona S. Siro a Milano per l’edizione 2009 della DJ Ten/Five. Siamo arrivati, credo, al limite e per i prossimo anno mi senti di suggerire al digei Lino di mettere un limite al numero di iscritti. Oppure di attrezzarsi per affrontare la massa.
...moltissimi si lamentano per la calca, per i (dis)servizi post-gara, ma poi ci si iscrive lo stesso e allora tutto torna anno dopo anno.
Quindi, cari atleti che vi lamentate della calca: sapete già che sarà così. O non vi iscrivete o non vi lamentate. Soprattutto cercate di arrivare alla partenza per tempo e, se volete cercare il tempone non partite sempre dietro per poi sgomitare tutti. Ovviamente stesso discorso, a parti invertite, per chi come il sottoscritto è lento: non andate sulla linea di partenza, non serve a nulla se non a comparire in qualche foto e intralciate chi corre sul serio.
Dopo la premessa, veniamo a ieri. Gara bella e scorrevole, tempo atmosferico ottimale o quasi. Il percorso è stato invertito e questo ha permesso di eliminare la brutta strettoia che lo scorso anno ha infastidito molti. Ho tagliato un paio di curve, come praticamente tutti gli altri, e alla fine il Garmin segnava 10.020 m. un bel passo avanti rispetto al 2009...
Il crono finale è stato di 2’ più lento dello scorso anno, che valutato alla luce di una settimana di fermo è ottimo.
Prima della corsa ho ritrovato Cristiano e Tom con foto pregara come lo scorso anno. Avrei voluto riscaldarmi con loro, ma dopo la visita al bagno un tizio mi ha attaccato una pippa micidiale per il Garmin e li ho persi...
Adesso settimana con doppia seduta di ripetute in vista della Corri Pavia di domenica prossima.
Un abbraccio a tutti

Come siamo (2009)

Come eravamo (2008)

2 ottobre 2009

I'll be back

JEFF GALLOWAY TORNA A MILANO! Come Terminator he'll be back...
Segnatevi la data in rosso sul calendario: domenica 15 novembre Jeff Galloway torna a trovarci! Angela Weaver ha organizzato due eventi:
1) Corsa e Colazione con Jeff (max. 50 persone): corriamo insieme a Jeff e poi, mentre facciamo colazione, ascoltiamo una sua istruttiva e interessante relazione. La quota d’iscrizione comprende corsa, colazione, una maglietta Adidas, il DVD evento, ricchi premi e cotillons. In più, fra tutti i partecipanti verrà estratto a sorte un paio di scarpe running da uomo e un paio da donna offerte da Mizuno. Ritrovo alle ore 09.00 davanti al negozio “Oops,gottaRUN!”
2) Jeff’s Running School (max. 30 persone): circa 5 ore di lezione teorica e pratica con Jeff. Ciascuno riceverà un’analisi della corsa e molti consigli sulle tecniche per correre meglio, sulla motivazione, sull’alimentazione, eccetera. Ad ogni partecipante in regalo un paio di calze Thorlo e altre sorprese! Ritrovo alle ore 14.00 presso il Migjourn Cafè di Milano.

Tutte le informazioni sul sito Oops,gottaRUN!

23 settembre 2009

Punto e a capo

Ci sono momenti nella vita in cui il tuo corpo ti fa capire che ha raggiunto il limite e, prima di far insorgere problemi più gravi ti avvisa.
Domenica mattina il mio corpo ci ha provato a dirmi che era meglio non corressi la Mezza di Monza, facendomi sentire una sensazione di nausea appena alzato. Dopo la colazione la nausea era sparita e io ho pensato bene che tutto fosse solo dovuto alla fame e alla notte parzialmente in bianco.
Quindi vado a Monza (in moto), dribblando il traffico congestionato per i soliti lavori stradali. Mi preparo, corro e poco dopo metà gara inizio a sentire che qualcosa non va.
Sono stanco, ho mal di schiena e sudo abbondantemente. Stringo i denti, rallento e porto a termine la corsa con un (dis)onorevole 2:16:23. Dopo l’arrivo neanche l’ombra di una bottiglia d’acqua, per fortuna ci viene in soccorso il pacco gara.
Mi cambio, cavalco lo scooter e volo verso casa. Arrivo e mia moglie crede di vedere un fantasma: in effetti ero bianco, labbra bluacee e viso scavato. Sono solo stanco, penso, e faccio la doccia. Torno in salotto e poi il buio.
Mi risveglio 5 minuti dopo a terra con mio suocero che chiama il 118 perché sono collassato a terra. Passato il pomeriggio in ospedale, torno a casa tranquillo, ma stanchissimo e decido che forse tra lo stress del lavoro, le cure al bambino, gli allenamenti saltati e quant’altro forse è il caso di ridimensionarmi un po’.
Scrivo un’accorata lettera a Fulvio
per rivedere insieme tabella e priorità. Concordiamo di ridurre a 3 gli allenamenti settimanali, mi concentrerò sulle distanze brevi (al massimo la mezza) e così sarà anche per tutto il 2010.
Un abbraccio di cuore a quanti mi hanno dato conforto in questi giorni e un caro saluto a Fulvio, che sopporta i miei sfoghi.

15 settembre 2009

Lago Maggiore Half Marathon 2010: via alle iscrizioni

La 3a edizione della mezza maratona si correrà il 7 marzo 2010 con una prima novità: a partire dal prossimo anno, infatti, il percorso partirà da Verbania e arriverà a Stresa.
Dall’edizione 2010, la Lago Maggiore Half Marathon sarà l’unica gara podistica al mondo che ogni anno alternerà le sedi di partenza e arrivo: infatti nel 2011 l’arrivo sarà di nuovo posizionato a Verbania!

Dal prossimo 1 ottobre apriranno le iscrizioni alla LMHM 2010, sia per la mezza maratona competitiva, sia per le categorie Handbike e Wheelchair e competizione a squadre non competitiva. Sul sito della manifestazione saranno disponibili a breve tutte le informazioni relative.
Fino al 31/12/2009 la quota d’iscrizione sarà di 20 Euro e comprenderà, oltre al pacco gara e al trasporto tramite battello, anche la maglia tecnica, che non era prevista nelle prime due edizioni.
Dal 1 al 31 gennaio 2010 la quota d’iscrizione sarà di 25 Euro, mentre da febbraio al 4 marzo la quota sarà di 30 Euro.
Oltre che online, sarà possibile iscriversi anche allo Sport Expo nei giorni immediatamente precedenti la gara, il 5 e il 6 marzo 2010, ma in quel caso il costo sarà di 40 Euro.
Rimangono invariate le quote d’iscrizione della LMHM a staffetta: fino al 31/12/09 40 Euro a squadra, dal 1 gennaio al 31 gennaio 60 Euro e dal 1° febbraio al 4 marzo 80 Euro. Per le squadre che si iscriveranno presso lo Sport Expo il costo è di 90 Euro.
Come nel 2009, le iscrizioni per le categorie Handbike e Wheelchair saranno gratuite. Infine le iscrizioni alle due gare non competitive (da 1 km e 4 km) avranno un costo di 5 Euro.
Aumenta, intanto, il numero di gare gemellate con la LMHM: in particolare sono da sottolineare le partnership con la Turin Marathon, con la Maratona e la Mezza Maratona di Budapest, con la Maratona di Losanna, con la Maratona e Mezza Maratona di Bucarest e con la Mezza Maratona di Pardubice.

14 settembre 2009

Week-end... di corsa!

È stato un fine settimana all’insegna della corsa quello appena passato, due giorni durante i quali ho corso circa 30 Km. suddivisi in 4 uscite:
* Evento Brooks “Porta un amico a correre con te”
* 3° Un Giro da Paura
* Allenamento

Piccolo antipasto venerdì 11 con l’uscita serale per partecipare all’evento organizzato da Brooks “Porta un amico a correre con te”. L’evento promozionale prevedeva una sgambata di 5K tra un corridore “esperto” e un amico “neofita”; ottima l’organizzazione anche se un po’ insolita la scelta del giorno feriale in orario molto vicino a quello di fine lavoro per molti (le 18). Insieme a 20 coppie esperto & neofita, c’erano diversi testimonial della casa americana tra i quali Emanuele Zenucchi, Daniel Fontana, Ivan Risti, Ilaria Bianchi e Marco d'Innocenti.

Sabato sarebbe dovuta essere una doppia seduta, prima con l’insolita uscita del sabato mattina coi marziani lungo le vie del centro di Milano e poi la gara serale con la terza edizione del “Giro da Paura” all’Idroscalo.
Causa notte quasi insonne per “colpa” del pricipino, niente uscita, ma sono andato lo stesso all’ombra del Castello Sforzesco insieme a moglie e pargolo per accogliere l’arrivo dei marziani.
Sabato sera, invece, terza edizione della corsa “Un giro da Paura”, organizzata dall’Atletica da Paura e inserita tra le manifestazioni del circuito Corrimilano. Per quest’anno i vincitori sono stati:

Donne
1) Claudia Gelsomino – 21’41”
2) Antonella Iannicelli – 22’12”
3) Paola Zaghi – 22’36”

Uomini
1) Abdellatif Elaloiani – 18’31”
2) Mirko Canaglia – 18’51”
3) Akila Marasinghe – 18’53”

Io mi sono piazzato 402° assoluto con un crono finale di 30’35”; mi aspettavo di stare sotto la mezz’ora, data la stanchezza e il poco allenamento, e ci sono quasi riuscito.

Domenica mattina, infine, sono tornato all’idroscalo per completare il primo lungo [22K] serio in vista delle mezze autunnali (Monza e Pavia) e della maratona di Firenze. Un allenamento a doppio ritmo (12K + 10K) che ha risentito un po’ dell’acido lattico accumulato la sera precedente. Per ovviare alla fatica e per affrontare meglio dal punto di vista mentale il lungo ho previsto una piccola pausa stile “ristoro” al 12°, coincidente proprio col secondo giro dell’anello dell’Idroscalo. Dopo la pausa di 1’ (acqua e Enervit GT) altri due giri, questa volta a ritmo più veloce di circa 30”; in realtà mi sarei dovuto fermare a 22, ma mancandone “solo” 2 per arrivare alla macchina ho tirato, seppur correndo a ritmo blandissimo, quasi da defaticamento.
Sono molto contento per questo week-end, anche se devo ammettere che le tossine si sentono eccome; domenica prossima mi aspetta la Mezza di Monza, gara molto ben organizzata ma con un percorso che non mi è piaciuto molto lo scorso anno a causa dei troppi passaggi su sterrato e con terreno accidentato. Avrei preferito fare la Stralugano, ma l’allenatore ha scelto una mezza... sarà per il prossimo anno!



Vi segnalo, comunque, l’articolo del Compa sul podisti.net


Per ulteriore info, la classifica del RRCM:


Damiano Ricci – 22’11”
Stefano Scala – 22’23”
Nicola D’Alessandro – 22’24”
Andrea Noire – 22’27”
Simone Valmori – 22’47”
Luca Lariccia – 23’22”
Luciano Alvazzi – 23’34”
Matteo Lugoboni – 23’48”
Lorenzo Brina – 24’22”
Davide Meda – 24’40”
Andrea Rancarani – 24’53”
Mario Trovato – 24’58”
Stefano Moro – 25’03”
Pierluigi Quadrio – 25’04”
Luca Centrone – 25’13”
Alessandra Bestiani – 25’59”
Francesco Vitale – 26’02”
Barbara Pedetta – 27’00”
Lorella Fumagalli – 27’40”
Fabiana Vurchio – 29’46”
Paolo Dossena – 30’11”
Camilla Forti – 30’23”
Claudio Grassi – 30’35”
Laura Colucci – 33’06”
Ettore Comparelli – 38’12”

4 settembre 2009

Podisti da Marte - 7ma missione

Dopo la pausa estiva, i Podisti da Marte tornano a perCORRERE 10 Km nel pieno centro di Milano.

Sabato 12 Settembre (avete capito bene, SABATO e non domenica!), ritrovo alle 9.15 circa alla fontana del Castello. Si parte alle 9.30 in punto. Indossate uno dei colori ufficiali dei marziani: GIALLO, ARANCIO O ROSSO.

In alcune delle precedenti missioni abbiamo supportato: Michela Rossi ed i terremotati abruzzesi; Danny Ferrone e la ricerca sulla fibrosi cistica; SMArathon e la ricerca sull'atrofia muscolare spinale; Make-A-Wish Italia ed i bambini affetti da gravi malattie. La prossima missione marziana sarà dedicata ad INTERVITA ONLUS.

L’Associazione Intervita Onlus è presente in Italia dal 1999 con la sede di Milano. È un'organizzazione non governativa di cooperazione allo sviluppo, aconfessionale, apartitica e indipendente, che ha l'obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle fasce più deboli di popolazione nei paesi nel Sud del mondo.
I dati di Intervita: 45.000 sostenitori in Italia; 800mila bambini, donne e uomini sostenuti da Intervita nelle comunità più povere del Sud del mondo; 14 Paesi di intervento: Myanmar, Nepal, El Salvador, Nicaragua, Ecuador, Brasile, India, Cambogia, Filippine Senegal, Mali, Benin, Congo, Tanzania.

Sul nostro sito trovate tutte le informazioni sull'evento e sui Podisti da Marte.

Ricordate che:
* non è una gara
* dovete correre al vostro ritmo, nessuno resterà da solo; ci fermiamo, ci ricompattiamo, ripartiamo
* è per tutti, dal tapascione al neofita
* è buona regola salutare tutti i passanti che incontrate
* "dovete" tirare nel gruppo i podisti che trovate lungo il percorso
* non dovete essere aggressivi con nessuno, né passanti, né automobilisti
* comunicate con gli altri marziani, è semplice: parlate la stessa lingua!

IMPORTANTE: i nostri pacer guideranno il gruppo ad un ritmo massimo di 6 minuti al km
Vi aspettiamo!!!

2 settembre 2009

Milano In Sport

Attività sportive, tornei aperti, dimostrazioni per cittadini di tutte le età, animeranno e riempiranno le vie di Milano per un intero weekend. Partendo da Piazza Duomo, si potrà fare sport da Piazza castello a Piazza S. Babila, lungo Via Dante e Corso Vittorio Emanuele II. Fuori dal centro città saranno organizzate le attività presso gli oratori e in impianti storici come il Tennis Club Ambrosiano, la Canottieri San Cristoforo, l’Arcieri San Bernardo e il Centro Sportivo Carraro. Al Parco Sempione ci sarà il comitato Paralimpico che permetterà a tutti di conoscere questo fantastico modo di vivere lo sport.
Un grande villaggio dello sport, con impianti di diverse discipline, sorgerà nel centro pedonale cittadino, mentre nelle varie zone le iniziative saranno ospitate da oratori e impianti sportivi.
Sono più di 40 gli appuntamenti con le discipline che le Federazioni e gli Enti di promozione metteranno a disposizione gratuitamente della città: calcio, ciclismo, ginnastica, basket, pallavolo, arti marziali, scherma, tiro con l'arco, badminton, canoa e kayak, danza sportiva, arrampicata, frisbee, pesca, scacchi, giochi classici come biliardino e subbuteo e altri ancora.
Ci saranno incontri con campioni, tornei per bambini, spettacoli ludici, esibizioni ad alto livello e gare di sport per disabili, percorsi di orienteering, e perfino dimostrazioni di agility dog.

Dalle 10 alle 20 non stop, a partecipazione gratuita. Info point in largo Cairoli e Piazza Duomo; informazioni online al sito del Comune di Milano